Una semplice ruota Lambretta è un componente fondamentale per una moto d’epoca e va trattata con precisione maniacale durante il suo restauro, come del resto tutta la moto.

Se pensi che una semplice ruota si possa sistemare in qualche ora ti mostrerò in questo articolo il contrario. Non perché nell’operazione di restauro sono particolarmente lento o pigro, ma perchè se pretendi un lavoro fatto per bene serve del tempo.

Per capire quanta passione e fatica serve per un restauro devi prestare attenzione ai dettagli.

Ruota Lambretta: le sue componenti

La ruota Lambretta è composta da diverse parti, tra le principali puoi trovare:

  • cerchio
  • tamburo
  • mozzo
  • ganasce freno
  • rinvio contachilometri
  • molle

Pensare di tralasciare qualcuna di queste parti in un restauro Lambretta è un errore comune. Se tutto il restauro della ruota Lambretta non viene fatto completamente, il minimo difetto inciderà sulla qualità complessiva del restauro.

Ti faccio un esempio.

Se io non restaurassi la vite del mozzo a regola d’arte dopo qualche mese potrebbe apparire della ruggine che esteticamente si vedrebbe subito con conseguente impatto negativo sul mezzo e con il tempo anche la funzionalità del componente potrebbe essere inficiata.

Per capirci, da un piccolo dettaglio trascurato potrebbe scatutire un danno molto più grande con il trascorrere del tempo.

Ecco come si presentava la ruota e la forcella quando ho ritirato una Lambretta da restaurare.

Ruota lambretta da restaurare

Ti sembra quasi impossibile recuperarla e la prima soluzione che ti viene sicuramente in mente è quella di trovare un pezzo di ricambio simile online.

Io invece con la giusta tecnica ho salvato questa ruota Lambretta ed una volta sistemata l’intera moto è tornata a sfrecciare in strada come se fosse nuova.

Ecco l’elenco degli interventi della ruota Lambretta:

  • ho smontato la forcella dal telaio
  • ho separato tutti i componenti (viti e molle comprese) del blocco ruota – forcella
  • ho rettificato il tamburo per eliminare una possibile ovalizzazione
  • ho sabbiato tutti i pezzi
  • ho applicato la vernice per il fondo di tipo epossidico che è un ottimo antiruggine
  • ho applicato una vernice di fondo isolante
  • ho riverniciato tutti i pezzi della ruota – forcella con prodotti di prima qualità

Un dettaglio importante sta nel restaurare ogni singola vite.

Cosa vuol dire?

Che tutti i bulloni ed i dadi sono stati spazzolati e poi zincati a freddo. Uno per uno.

Una volta che tutti i pezzi sono stati sistemati a dovere bisogna rimontare con cura l’intera Lambretta, prima di farlo ho controllato che tutti gli organi meccanici non siano usurati.

Infatti ho sostituito:

  • le boccole dei perni
  • i tamponi in gomma di fine corsa
  • i cuscinetti
  • le ganasce del freno
  • tutte le guaine ed i cavi del freno e quello del contachilometri

Ecco il risultato finale.

Ruota lambretta

Restauro ruota lambretta

Ruota Lambretta restaurata

Come vedi anche in un restauro Lambretta ogni minimo dettaglio va curato con precisione e bisogna trovare la metodologia per restaurare la moto d’epoca mantenendo più parti originali possibili. Questo è il modus operandi della Vecchia Officina!

Lascia il tuo commento

Shares
Share This