Il valore moto d’epoca è veramente difficile da stimare e dipende da una serie di fattori che sono strettamente connessi tra di loro.

Purtroppo, o per per fortuna, internet ha dato la possibilità a tutti gli appassionati di moto d’epoca di incontrarsi virtualmente in portali di annunci specializzati che ad una prima vista dettano il prezzo per una determinata moto.

Quanto appena detto non è del tutto vero perché non si può fare di tutta un’erba un fascio e bisogna conoscere nel dettaglio la storia della moto per stimarne il valore.

Non è sufficiente andare su un portale web e digitare, per esempio, vespa ET3 e fare la media di prezzo dei primi 3 annunci per stabilire il prezzo di quel modello. Questo metodo è completamente errato!

Valore moto d’epoca: quali sono i dati che incidono

Ci sono svariati elementi da valutare per risalire al valore moto d’epoca, andiamo con ordine.

Il libretto di circolazione

Bisogna controllare che il libretto di circolazione in dotazione della moto d’epoca rispetti le norme previste dal codice della strada, quindi il mezzo non deve essere radiato. Se la moto d’epoca è radiata può essere reimmatricolata nuovamente secondo una procedura specifica. Stessa cosa vale per l’intestatario del mezzo, va verificato chi è l’attuale intestatario ed eventualmente provvedere ad un passaggio di proprietà.

Lo stato di conservazione

Solitamente una moto d’epoca più è ben conservata e più il suo valore di mercato aumenta, anche se questa osservazione non è scritta da nessuna parte funziona così.

Per conservato intendo che la moto d’epoca presenti più parti originali possibili e lo stato di essi rispecchia i normali degradi legati al tempo. Riassumendo: niente ammaccature, niente ricambi non originali e modifiche artigianali che non hanno niente a che fare con la moto in origine.

La moto d’epoca funziona in tutte le sue parti

Se la moto d’epoca si accende alla perfezione marcia su strada senza nessun problema con tutte le sue parti originali è sicuramente un punto a favore per la sua quotazione. Se freni, motore, impianto elettrico sono perfetti anche la sua valutazione lo sarà.

Come il restauro di una moto d’epoca incide sul suo valore

E’ difficile se non impossibile fare affermazioni di questo tipo “Restaurando la tua moto guadagnerai 1000 € perchè il suo valore di mercato è 3000 € e con quello che hai speso per il restauro ti resta un buon margine!”.

O meglio, alcuni restauratori di moto d’epoca si sentono di affermare quanto sopra, io no ed ora ti spiego il perchè.

Per me restaurare una moto d’epoca non vuol dire creare un oggetto che poi venga rivenduto da un commerciante per guadagnare, ma vuol dire ridare vita ad un tuo ricordo, darti la possibilità di utilizzare nuovamente la moto come 50 anni fa.

Se cerchi qualcuno che ti dia una quotazione di mercato del tuo mezzo o cerchi un’affarista il mondo è pieno. Soprattutto il settore restauro moto negli ultimi anni è diventato una giungla.

E’ ovvio che un restauro per dare valore alla tua moto d’epoca deve essere eseguito cercando di recuperare tutti le parti originali che si possono salvare, se necessario anche sistemandole a mano con tecnica, pazienza e buona volontà. Bisogna salvare anche la vite più piccola se possibile.

Quando conviene restaurare una moto d’epoca

Il restauro di una moto d’epoca non è sempre economicamente conveniente, solitamente mi trovo a lavorare con due tipologie di clienti e solo per uno di essi il restauro è sempre conveniente. Questa affermazione ti può sembrare un po’ strana ma ora ti spiego il perchè.

Quando conviene restaurare moto

La moto d’epoca del nonno

Il cliente che possiede la moto d’epoca del nonno ha per lui un valore che non è misurabile, stò parlando di chi è emotivamente legato alla moto per una serie di ricordi che hanno segnato il suo passato. Se anche tu appartieni a questa categoria sai di cosa stò parlando, sai che poter viaggiare ancora su quella moto in strada e magari portare tuo figlio a spasso come facevano con te è una soddisfazione che non ha niente a che fare con il vile denaro.

Per questa tipologia di cliente conviene sempre restaurare la sua moto se il restauro dura nel tempo, questo però richiede professionalità, pazienza e trasparenza. Il valore del mezzo restaurato aumenterà sicuramente nel corso del tempo in modo proporzionale alla bontà del restauro. Meglio è fatto e meglio si conserva nel tempo.

Il restauro come investimento

Tanti di diranno che il restauro è un ottimo investimento, può essere come può essere anche il contrario. Se hai letto quando ho scritto sopra penso che hai capito da che parte sto.

Tieni presente che chi commercia moto d’epoca non è un restauratore e spesso non ti dice la verità dei fatti.

Sono due attività completamente diverse il restauratore e il commerciante di moto d’epoca. Io penso che un restauro sia legato ad un oggetto che è importante per te, che ha un significato ben preciso e confido sul fatto che tu non debba per nessun modo rivenderlo ad uno sconosciuto.

Il valore della moto d’epoca ed il tempo

Il valore di una moto d’epoca aumenta con l’aumentare del tempo ma è difficile prevedere con che velocità, dipende da tanti fattori, come ad esempio “le mode passeggere”. Cosa vuol dire?

Se per qualche motivo, a me sconosciuto, attraversiamo un periodo di mesi o anni tale per cui una tipologia di moto d’epoca va di moda il suo prezzo aumenterà.

Il prezzo aumenta perché ci sono molte persone che la ricercando e quindi la domanda per quella moto d’epoca aumenta. Secondo la legge del mercato più c’è domanda e più il prezzo si alza. E’ ovvio che questo non rispecchia il reale valore della moto ma è gonfiato da variabili esterne che non dipendono da me.

Quello che posso dirti è che se il restauro di una moto d’epoca è fatto in modo artigianale e recuperando il più possibile pezzi originali il valore della moto con il tempo aumenta. Di quanto aumenta il suo valore? Non so dirtelo.

Chi ti dice che tra un certo numero di anni la moto varrà il doppio rispetto ad oggi, secondo me, lo dice solo per dare aria alla bocca perchè non può conoscere come evolverà il mercato.

Il valore della moto d’epoca lo decidi tu

Quello che sò per certo è che il vero valore della moto d’epoca lo decide il proprietario, perchè? Rispondimi a queste domande:

Quanto vale per te utilizzare in strada la vecchia Lambretta di famiglia?
Quanto vale vedere tuo nipote portare la sua ragazza “in gita” con la tua Vespa 125 rimessa a nuovo?
Quanto vale per te andare alla domenica al bar a bere un semplice caffè accompagnato dal rombo della tua moto Guzzi?

Quello è il valore che attribuisci alla moto d’epoca.

Ma qual’è il valore reale del restauro per rimettere a nuovo il tuo mezzo?

Il costo dell’operazione di restauro dipende dagli interventi che bisogna apportare al mezzo. Sappi che per restaurare correttamente una moto d’epoca serve il giusto budget per eseguire un lavoro professionale che duri nel tempo e molta, molta pazienza.

Senza essere coscienti di questi aspetti che ti ho appena parlato, butti i tuoi soldi al vento in un restauro eseguito come “pezza” per tirare avanti la tua moto qualche anno.

Ho visto veramente tante moto e tanti clienti insoddisfatti del vecchio restauro che mi hanno detto più di una volta:

“Se avessi speso subito il giusto ora non mi ritroverei in questa situazione!”

Come hai letto sono loro a dire: “se avessi speso il giusto”.  Questo significa né tanto né poco ma il giusto prezzo.

Se ti aspettavi un listino prezzi in questa pagina mi dispiace deluderti ma io non opero in questo modo. Se invece intendi parlare con un professionista in merito al restauro della tua moto d’epoca contattami utilizzando il modulo qui sotto e sarò lieto di conoscerti.

Maggiori informazioni?

Per qualsiasi informazione e preventivo personalizzato in merito al restauro moto d’epoca chiedi a Gualtiero! Il mio obiettivo è quello di far rinascere la tua moto d’epoca mantenendo intatto il “modus operandi” del passato.

14 + 6 =

Lascia il tuo commento

Shares
Share This